Condivisione e confronto professionale: noi crediamo in questo

Con questo post desideriamo chiarire definitivamente la scelta che abbiamo pubblicato su facebook qualche ora fa. Per chi non l’avesse ancora letta è questa:

Qualsiasi contatto su informazioni riguardo la nostra preparazione professionale (ti sei trovata bene al corso X, mi consiglieresti al corso Y) non verranno prese in considerazione. Ogni giorno lavoriamo in maniera professionale per mandare avanti il nostro progetto imprenditoriale. Ribadiamo: IMPRENDITORIALE. Quindi, non stiamo giocando. I consigli su tutti i corsi che frequentiamo, al massimo, possiamo confidarli alle nostre amicizie (amicizie che sono fuori i nostri affari), ma non a pioggia a chiunque ce lo chiede. Questo non rientra nelle attività di Sisters Communication. Se volete contattarci per informazioni su tutti i servizi che offriamo avrete la nostra più completa disponibilità. Per altro no. Grazie ancora per la gentile collaborazione. Buona giornata!

Condivisibile o meno è una nostra presa di posizione che ci porta a definire i limiti di Sisters Communication. Stabilire delle regole su ciò che è lecito chiedere e cosa no per noi è sinonimo di professionalità. Anche la condivisione nel web ha dei limiti – giusti o sbagliati che siano (e questo argomento meriterebbe un approfondimento) -, ognuno di noi se li pone. E se qualcuno non se li è ancora posti, noi l’abbiamo fatto perchè crediamo in ciò che facciamo.

Porsi limiti, valorizzare i contenuti, definire l’immagine è qualcosa che va oltre la condivisione. Senza contare che siccome la rete è piena d’informazioni, quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta, possiamo decidere cosa è giusto o no condividere. Non c’è obbligo. Non ci sono aspettative quando si tratta di offrire in maniera gratuita. Non dovrebbero esserci.

La condivisione secondo Sisters Communication è un valore umano che non ha prezzo.

Come blogger/amiche nel tempo libero siamo disponibili in altri canali, ma qui, finchè viene utilizzato il canale Sisters Communication per chiedere determinate cose che non rientrano nell’attività professionale che offriamo, ci riserviamo di rispondervi con educazione che queste richieste non possiamo accoglierle. Perchè se cominciamo a rispondere a tutte le richieste che vanno fuori la nostra idea imprenditoriale rischieremo di farvi capire ciò che non siamo. E noi siamo qui per offrire servizi di comunicazione.

Sisters Communication, e la sua area contatti, non è “la posta del cuore”. Il motivo principale per cui esistiamo e siamo presenti sul web con Sisters Communication è principalmente da un punto di vista imprenditoriale.

Per alcuni potremmo essere delle vere e proprie sisters a livello anagrafico, ma ciò non toglie che per porre determinate domande esistono i canali, i tempi e i modi giusti.

Ben vengano informazioni su tutto ciò che riguarda la comunicazione. Ben vengano discussioni costruttive. Ben venga il confronto! Ecco, noi su questo siamo disponibilissime!

Annunci

Partono i Personal Open Day di Sisters Communication

openday

Siamo lieti di annunciare che dal mese di giugno Sisters Communication ha attivato i Personal Open Day. Cosa sono?
Sono appuntamenti mensili, della durata di un giorno lavorativo (dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00), che dedicheremo alla conoscenza dei nostri potenziali clienti. Durante il corso dei Personal Open Day ogni rappresentante aziendale interessato a Sisters Communication avrà a disposizione 1 ora di tempo per conoscere gratuitamente i vantaggi che i nostri servizi possono portare nella vostra azienda. Si chiamano personal proprio per questo, perchè la cura della presentazione sarà riservata ad ogni persona interessata in base alle singole esigenze di comunicazione.

Le date dei Personal Open Day di questo mese sono due:

Giovedì 13

Giovedì 27

Possiamo vederci nei nostri uffici esterni, oppure, con una videochiamata su Skype.

Scegli il modo più comodo e prenota il giorno specificando l’ora a info@sisterscommunication.it

Vi aspettiamo numerosi!

Il nuovo trend di aziende e attività commerciali: fotografare oggetti per terra e condividerli sui social network. Giusto o sbagliato?

Uno dei trend che abbiamo notato finora è quello che coinvolge diverse aziende, o singoli punti vendita, con l’abitudine di utilizzare il pavimento come set fotografico per fotografare la merce della stagione e poi condividerla nei vari social network. Se date una sbirciata su Instagram trovate tantissime attività che agiscono in questo modo.

Partendo dal presupposto che ognuno è libero di agire come meglio crede, noi pensiamo che questo modo di fare comunicazione sui social sia un po’ sbagliato. Alcuni non se ne accorgeranno perchè saranno presi dall’euforia della presentazione del prodotto, ma chi bada ai dettagli noterà che quel prodotto è stato adagiato per terra, in un luogo non propriamente igienico. Quella fascia di consumatori che desidera acquistare un prodotto immacolato al 99% non vedrà di buon occhio l’oggetto del desiderio nella pavimentazione dove vivranno orde di batteri (per non parlare di macchie e altri particolari poco carini). Per immacolato non intendiamo pulito, perchè poi dopo l’acquisto sarà l’anima del consumatore ad agire, ma almeno in ottime condizione. Si, perchè a seconda della categoria merceologica, l’oggetto in questione adagiato a terra potrebbe deteriorarsi. O quasi.

E voi da consumatori cosa ne pensate?

Vi ricordiamo che questa discussione è stata aperta anche sulla nostra pagina facebook e alcuni hanno già espresso opinioni in merito.

Radio C-You.Tv parlerà di Sisters Communication

Volevamo ricordarvi, come già annunciato nella nostra pagina facebook qualche giorno fa, che oggi su radio C-You.Tv di Reggio Emilia, alle 16.35 Argeta Brozi all’inizio della sua trasmissione parlerà di Sisters Communication.
Cercheremo di registrare il podcast per poterlo aggiungere nella nostra rassegna stampa, ma se volete sentire l’intervento in diretta potete farlo collegandovi al sito http://www.c-you.tv/, accedere con la mail o tramite il profilo facebook e cliccare su C-2 (che è appunto l’emittente di Reggio Emilia). Per noi che viviamo nel web essere citate da questa emittente è un vero onore!
Le Sisters Communication ringraziano ancora Argeta Brozi per questo bellissimo regalo.

Quelli che vogliono esistere senza comunicare

2
Prima di creare Sisters Communication, e anche ora in questi primi mesi di esistenza sul mercato come brand di comunicazione, ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori.
Ma una cosa accomuna tutti quelli che c’hanno contattato: l’idea di risparmio verso la comunicazione. La volontà di tagliare o evitare nettamente – in maniera errata – questo importante settore aziendale. Come se fosse inutile far sapere di essere presente sul mercato!
Purtroppo chi è imprenditore di beni e servizi deve capire che siamo in un momento cruciale negli affari; momento che ha modificato le nostre abitudini di acquisto in maniera irreversibile: l’offerta è tanta – aumenta ogni giorno di più – e i competitors sono disposti a fare qualsiasi cosa per accaparrarsi i clienti degli altri, anche abbassando i prezzi fino all’inverosimile. Questo vale per qualsiasi settore merceologico e anche chi non è nel settore può notarlo.
Ciò che può fare sicuramente la differenza per aumentare le vendite e fidelizzare il cliente (o l’ipotetico verso l’acquisto), è senza ombra di dubbio l’investimento in comunicazione.
Perchè investire in comunicazione significa ottimizzare tempi ed energie per arrivare all’obiettivo finale: la vendita.

Siete imprenditori affermati o aspiranti? Avete un budget ridotto per via della crisi? Un consiglio da Sisters Communication: investite in comunicazione. Se non volete galleggiare su una zattera nell’oceano del mercato con il rischio di affondare in “acqua”, pianificate un piano di comunicazione a breve (per le decisioni iniziali) e a medio-lungo termine (per l’esistenza futura).  I risultati saranno sicuri e duraturi!

Per informazioni: www.sisterscommunication.it

Primo contest targato Sisters Communication: “La trentesima Blogger Sister”

y

Dopo le centinaia di candidature che ci sono pervenute per far parte del network di Sisters Communication abbiamo deciso di fare una scrematura iniziale e dar vita al primo contest di Sisters Communication titolato LA TRENTESIMA BLOGGER SISTER.

Sul nostro sito web nell’area blogger network c’è un posticino vuoto. Quel posticino vuoto abbiamo deciso di farlo occupare da qualcuno che si è candidato negli ultimi mesi e non ha avuto l’opportunità di farsi conoscere dai nostri sostenitori. Il nostro criterio di scelta si è basato su motivazioni varie: grafica curata, originalità, contenuti di qualità, personalità della blogger (o delle blogger se gestito a più mani) e spirito di squadra; quest’ultimo per noi è risultato determinante!

Infatti, sulla base di tutte le candidature  abbiamo scelto sette blogger che si contenderanno il posto per entrare nel network. I sette blog sono:

1. Mila Fashion Photographer
2. An Ordinary Lifestyle Book
3. Whitelicious
4. OllyUp
5. You Must have
6. Holly&Paul
7. DOT YOUR I

Il regolamento è semplice: da lunedì 13 maggio alle ore 00.00 apriremo il contest sulla nostra pagina facebook. Questo verrà chiuso giovedì 13 giugno alle ore 23.59.

Sempre sulla nostra pagina facebook caricheremo un album con le foto dei blog suddetti con una didascalia determinata e determinante. Nel corso di questo mese le blogger selezionate linkeranno le foto che le rappresentano dove vorranno al fine di raccogliere voti. I primi tre blog che avranno ricevuto più preferenze accederanno alla fase finale.

Nella fase finale entreranno in gioco dei giudici speciali: le 29 blogger del network di Sisters Communication. Infatti loro, e soltanto loro, su libera scelta potranno decidere chi incoronare come trentesima sister del network esprimendo una sola preferenza. La vincitrice sarà LA TRENTESIMA BLOGGER SISTER!

Buona fortuna alle sette partecipanti e voi continuate a seguirci.